La giornata Monastica

UNA GIORNATA al Monastero di  SANTA UMILTÀ

 ORA et LABORA

Ci alziamo nella notte o all'aurora

In INVERNO

È ancora notte, un suono di campana ci chiama all'alzata e un primo segno di croce tracciamo nel buio della camera prima di scendere dal letto. Apriamo la finestra e, se il cielo è stellato, il cuore riconosce la stella del mattino, segno di Cristo che orienta il nostro cammino ... Non c'è notte per chi ama!

 In ESTATE

Il cielo è già chiaro, l'alba è annuncio della Risurrezione nella festa di luce che irrompe. Gli uccelli, con il loro festoso cinguettare, già cantano le lodi al Signore ... E nel silenzio avviene la quotidiana "vestizione": indossiamo un abito forse un po' strano per gli uomini di oggi, ma è qualcosa di antico che riveste un Amore sempre giovane e nuovo ... lo sentiamo come un gesto sacerdotale, poiché indossiamo l'abito della Liturgia e scendiamo insieme nel coro, a "concelebrare", cantando le lodi al Signore. È il nostro abito di nozze, il cui color nero indica umiltà e nascondimento, siamo chicchi di grano nascosti nel campo della Chiesa per portare frutto. Le nostre voci si uniscono e si elevano al Signore.

Il tempo corre veloce e Gesù ci rinnova ogni giorno la Sua Alleanza d'Amore e, come nel Cenacolo, Egli ripete "Prendete e mangiate... Prendete e Bevete... fate questo in memoria di me".

Il Pane del cielo viene spezzato, fa di noi un solo Corpo e anche noi, tra poco, diremo a quanti incontriamo: "Prendete e mangiate" il mio tempo, i miei doni, tutta me stessa. Siamo piccole e povere, ma il cuore è ricco d'amore ...

«Fratello, sorella, amico, papà, mamma ... chiunque tu sia, sei per me un dono del Padre, vorrei dirtelo con il mio essere...

Perdonami perché non so darti di più. Ma la mia povertà ti parli di Lui... Lui così forte, immenso, perfetto ... non ha paura di scegliere ciò che è così debole, piccolo, limitato...

Allora deve essere proprio grande e potente Colui che non teme di "nascondersi" dentro di me, così fragile...».

Ecco il segreto che ci esplode nel cuore:

"Dio è Amore"

Dio ci ama immensamente e ciascuno personalmente. È l'Amore la forza meravigliosa che muove il mondo e vogliamo gridarlo con la nostra vita ...

Può darsi che tu ci senta "fuori moda", troppo "serie" o poco trasfigurate, ma vogliamo dirti che Lui solo è l'ETERNO e solo ciò che è VERO, BUONO e GIUSTO rimane per sempre, tutto il resto passa ... vogliamo proclamare che è bello abitare nella casa del Signore, meglio di ogni altra cosa ... vivere già qui, sulla terra, frammenti di eternità ...

 Il giorno corre veloce, segno della vita che va verso la "sera" e, nei Vespri, cantiamo la certezza di andare incontro al Signore. Sostiamo in silenzio riascoltando la Sua Parola ... È un dolce abbandono ... Grazie, Signore!... gli occhi negli occhi... il cuore nel cuore ...

Preghiera, studio, lavoro, servizio ... la campana scandisce il tempo e invita alla preghiera, alla mensa, al riposo ...

Poi giunge la notte che di silenzio avvolge le cose ... e la preghiera di COMPIETA chiude il giorno: INSIEME ringraziamo il Signore e ci affidiamo a Lui.  Si chiude il lavoro ... risaliamo in cella ... un'ultima intima preghiera, un ultimo segno di croce e poi il dolce riposo.

E domani? Un altro giorno che sarà ricco di doni ...

 E sempre portiamo nel cuore coloro che abbiamo incontrato, tutti gli uomini che nell'Amore in un istante ci sono presenti. Grazie del dono che sei! Tu, fratello, "rimani", sei presente con noi e ti seguiamo con la preghiera nei passi della tua vita verso l'eternità.

Le monache di S.Umiltà